Il doppio vantaggio di frazionare un grande appartamento

In una delle vie più prestigiose e tranquille della Crocetta, un appartamento degli anni 70 di oltre 200 mq attendeva di essere acquistato, purtroppo le sue enormi dimensioni allontanavano la maggior parte degli aspiranti.

Ed ecco che un bel giorno, una giovane coppia di Torinesi ha un’intuizione; si chiedono  se fosse possibile dividere l’ampio alloggio in due unità, di cui una per abitarvi e l’altra da mettere a reddito.

Siamo nella scorsa primavera, quando i nostri futuri committenti  si rivolgono a Mauro Piovano per sapere cosa ne pensa.

Dopo una prima analisi per valutare la fattibilità architettonica e burocratica che ha esito positivo, procediamo ad una stima complessiva dei costi al fine valutare la convenienza dell’intervento.

Per la famiglia, mamma, papà e due figlie, era importante riservare uno spazio esclusivo per la coppia e dare contemporaneamente libertà alle bimbe con un bagno dedicato e una camera a testa.

La zona notte é stata divisa da una porta scorrevole utilizzando il lungo corridoio come ampia cabina armadio utile a tutta la famiglia, ma con zone personalizzate. Qui, i faretti é i colori neutri creano dei piacevoli giochi di luce.

Nella zona giorno si entra direttamente dall’ingresso, dove troviamo una quinta che, sfruttando la presenza dei pilastri, accoglie  da muro a muro una libreria composta da cubi di varie misure enfatizzati dalle luci che scendono dal soffitto in tre altezze diverse. I cubi bianchi sono arredi precedenti  così come il mobile soggiorno che é stato ricomposto e a cui sono stati aggiunti pochi elementi che hanno trasformato la composizione in qualcosa di assolutamente nuovo e conforme alla nuova configurazione della casa.

I colori predominanti sono neutri, vivacizzati dalle tonalità verdi rosse di alcuni  complementi che, riadattati dal precedente arredamento, che si sono adattati perfettamente.

Una porta scorrevole in vetro acidato separa la zona pranzo dalla cucina, con la sua isola centrale attrezzatissima, la zona colonne e l’area di servizio adiacenti al tavolo che si innesta sull’isola per pranzi e cene veloci in famiglia. Per le serate fra amici il tavolo ovale con il lampadario realizzato su disegno si inserisce nella zona di confine fra salone e passaggio prima della cucina.

Lo stato di fatto

Nonostante si trattasse di un’unica unità immobiliare, l’appartamento aveva nativamente  la configurazione di due appartamenti distinti, questo ha agevolato l’opera di divisione dal punto di vista strutturale.

Demolizioni e costruzioni

Per l’appartamento principale, al fine di ottenere l’ampio salone richiesto dalla committenza, sono state eliminati i tramezzi nella zona del salone.

Inoltre è stato ricavato un bagno direttamente comunicante con  le 2 camerette .

Un ulteriore bagno ad uso padronale è stato ricavato nell’area adiacente alla camera matrimoniale.

Il Layout Finale

L’aspetto più evidente del nuovo layout è la fluidità della zona living verso la cucina e la nuova disposizione della zona pranzo.

Altro aspetto importante è stato la realizzazione del  bagno accessibile direttamente da entrambe le camerette.

Per accedere da quest’ultimo alla colonna di scarico che è situata all’estremità dell’appartamento, in fase di progettazione, era stato previsto un gradone nel caso non vi fosse stata sufficiente pendenza. Ma grazie un attento lavoro di pulizia del fondo e alla maestria degli artigiani ,  siamo riusciti rendere lo scarico perfettamente funzionale in modo naturale.

  • Avvio Lavori

    marzo 2017

  • Consegna chiavi in mano

    Ottobre 2017.

  • Dove

    Torino (Crocetta)

  • Tipologia di intervento

    Ristrutturazione All Inclusive: progettazione, ristrutturazione, interior design e Arredamento di un appartamento di 200 mq in una palazzina costruito negli anni ’70.

Progetto, direzione lavori e Interior Design

Progetto, direzione lavori e Interior Design

Laura Bassignana

Il risultato: l’appartamento arredato

L’ingresso

Ad accoglierci nella casa è una libreria composta da cubi di varie misure enfatizzati dalle luci che scendono dal soffitto in 3 altezze diverse. I cubi appartenevano già ai padoni di casa, e sono stati totalmente riambientati.

Volgendo lo sguardo a sx non passa inosservata la profondità del disimpegno che porta alla zona notte.

Zona pranzo

Il tavolo adiacente alla cucina è valorizzato da una importante lampada di cui parleremo nel dettaglio nella sessione dedicata alle luci.

Zona living

Il divano centrale senza schienali separa l’ampio salone offrendo così la possibilità di diventare divano principale per le serate davanti alla tv oppure trasformarsi nel secondo divano per le serate conviviali.

Una parete rivisitata

il mobile soggiorno che é stato ricomposto e a cui sono stati aggiunti pochi elementi che hanno trasformato la composizione in qualcosa di assolutamente nuovo e conforme alla nuova configurazione della casa.

L’ingresso in cucina

Una lastra scorrevole in vetro acidato separa la zona pranzo dalla cucina, la sua opacità pur lasciando confluire tutta la luce, mantiene quando necessario la privacy verso la zona pranzo.

La Cucina

Le colonne contenitive della cucina oltre ad accogliere frigorifero e forno soddisfano l’esigenza di una grande dispensa per tutta la famiglia.
L’ampia isola in cui sono inseriti lavello e cottura ha gli spazi più che necessari per la preparazione di alimenti anche molto elaborati.

Una potente  cappa a soffitto provvede a depurare l’ambiente e a rendere colmare il vuoto volumetrico dell’ambiente. al fine di mantenere l’equilibrio dei vuoti e pieni.

Anche gli elementi a cestone dell’isola concorrono a offrire grande funzionalità e contenimento a beneficio dell’ordine dell’ambiente.

Il disimpegno

La nuova suddivisione della zona notte ha permesso l‘inserimento di un grande armadio. La controsoffittatura dei disimpegni oltre a creare offrire armoniosi giochi di volumi ha la funzione di nascondere la canalizzazione dell’impianto di condizionamento.

Le Camerette

Le porte che conducono alle camerette sono state personalizzate dalle due piccole ladies in persona.

Un piccolo scorcio di intimità della  cameretta di Martina.

Anche per Carlotta ampi spazi per giocare e magari danzare su un parquet naturale di cui parleremo dopo.

Il bagno delle piccole Ladies

Nonostante la modesta larghezza di 140 cm , il bagno cieco a servizio delle camerette ne è risultato un ambiente gradevole e luminoso.

Il Bagno padronale

Anche il bagno padronale è senza luce naturale, ma proprio questo aspetto ha suggerito al nostro interior di proporre materiali che lo rendessero caldo ed avvolgente, ad accrescere il comfort c’è una doccia con hammam incorporato di ultima tecnologia.

I Materiali di rivestimento e decorativi

Il parquet

Inizialmente indecisi tra la scelta di parquet verniciato e uno trattato ad olio, la scelta finale è andata sulle seconda soluzione, scelta che conferisce grande senso di naturalità a tutta la casa.

L’illuminazione: le lampade

Grande importanza è stata data all’illuminazione di tutta la casa con particolare attenzione alla scelta di corpi illuminanti di design equilibrato e al contempo in totale armonia con i singoli ambienti.

Le lampade

Merita una nota particolare la lampada che sovrasta il tavolo, la forma ,i colori e la sua dislocazione la rendono protagonista della zona living.