Ristrutturazione completa di un appartamento di 200 mq sul Po

L’attento lavoro di HOMEredesign® ha completamente rinnovato questo magnifico appartamento. Come da desiderata del committente, è stata mantenuta l’impronta stilistica originale, ma alleggerendo i toni eccessivi.

Il progetto in breve

  • Location: San Salvario (riva sx del Po), Torino.
  • Tipo di intervento: Ristrutturazione integrale chiavi in mano All inclusive
  • Appartamento 230 mq
  • Durata: Aprile- Ottobre 2021
Daniela Rista

Daniela Rista

HOMEredesigner

Il contesto

Come in una cartolina panoramica…

la vista su tutta la collina torinese, il tramonto sul fiume e, ancora, l’immagine dei canottieri che scivolano velocemente nell’ansa appena al di sotto, quasi a poterli toccare con mano.

Probabilmente è bastato questo contesto a convincere i nostri clienti ad acquistare il meraviglioso appartamento di oltre 200 mq, al 6° piano di un prestigioso stabile degli anni 70 a ridosso della riva sinistra del Po.

Al momento dell’acquisto, l’ appartamento era ancora allo stato originale di costruzione ma fortemente personalizzato nello stile dai primi proprietari.

Le sagome delle cornici, le porte vetrate a piombo, gli armadi in nicchia decorati, un camino in stile, i marmi a pavimento e altri elementi davano la sensazione di essere in una casa del fine ottocento, forse troppo in contrasto con l’edificio stesso. I nostri clienti, oltre a rivedere alcune divisioni interne e pur apprezzandone le linee classiche, desideravano creare un’ ambientazione più contemporanea e leggera.

La sfida per Daniela, responsabile del progetto, era trasformare l’appartamento, dandogli un design più contemporaneo rivisitando, dove possibile, gli elementi decorativi già presenti.

i desideri del cliente

  • Ottenere un’ambientazione di design classico contemporaneo
  • Integrare in un unico ambiente living e zona pranzo
  • Preservare le peculiarità native dell’immobile

Il progetto

Lo stato di fatto generale dell’appartamento

Trattandosi di una costruzione degli anni 70, si nota immediatamente la regolarità perimetrale grazie alla moderna struttura costruttiva.

L’appartamento ha una pianta quadrata, una caratteristica non certo scontata che ha agevolato una corretta re-divisione degli spazi.

Una seconda peculiarità è la sua perfetta esposizione solare, in quanto gode di luce diretta da est a ovest sui tre lati in cui sono presenti le aperture e i balconi.ù

Dal punto di vista divisionale, al fine di soddisfare i desideri del cliente, l’arch. Daniela è intervenuta sui punti indicati 1,2,3 e 4 che vedremo nella tavola successiva.

Demolizioni e costruzioni

In questa tavola le principali modifiche murarie che sono state apportate:

Al punto 1, la demolizione di alcuni tramezzi e la costruzione di una divisione in diagonale ha permesso la realizzazione di una lavanderia con un piccolo bagno di servizio e, dal lato opposto, la realizzazione di una nicchia in cui sono state collocate le colonne della cucina.

Al punto 2, la demolizione del tramezzo ha dato vita ad un salone di oltre 60 mq.

Al punto 3, lo spostamento di circa 40 cm del tramezzo ha dato la giusta metratura per una camera con studio. Infine, al punto 4, sono state apportate alcune modifiche necessarie alla realizzazione dei due bagni a servizio della zona notte

Il progetto finale

In questa vista il progetto finale.

Grazie alle modifiche divisionali Daniela ha soddisfatto le esigenze del cliente.

Il grande salone, al punto 2, ora è unito alla zona pranzo comoda alla cucina.

Il terzo bagno, al punto 1, funge anche da lavanderia attrezzata di cabina armadio .

I 2 bagni affiancati, a servizio della zona notte e dotati rispettivamente con doccia e con vasca, sono stati resi funzionali grazie alla particolare geometria con cui sono state posizionate le porte.

Il salone

Un salone da 65 mq

Una panoramica del grande salone (ancora da arredare al momento del servizio fotografico) con affaccio a est sud-est sulla collina

Grazie al riscaldamento a soffitto, nei vani sottofinestra, anziché i classici radiatori, erano stati posizionati dai primi proprietari dei contenitori su misura che sono stati restaurati.

Mantenuti anche i davanzali, fatti dello stesso marmo dei vecchi pavimenti.

Una vista verso il lato ovest. Qui verranno disposte le sedute e la zona tv. La demolizione del tramezzo che divideva le due zone ha comportato il rifacimento parziale del parquet. l’integrazione del nuovo con il vecchio è praticamente invisibile grazie ad una attenta ricerca del materiale mancante e alla meticolosa lavorazione del palchettista.

Un altro mobile in nicchia appartenente al precedente arredo.

Anche questo è stato alleggerito (togliendo le ante vetro superiori) e riverniciato.

Il parquet.

Un primo piano del parquet del salone, in parte già esistente e in parte integrato con nuovo materiale. Lo stesso parquet è stato utilizzato per i pavimenti delle camere, sostituendo la precedente pavimentazione in marmo.

Il camino

Il camino è stato alleggerito esteticamente con la rimozione del rivestimento che ne incorniciava la camera. Mentre la specchiera caminiera è stata mantenuta allo stato originale.

La parete boiserie di oltre 5 mt con le grandi ante in vetro rilegato a piombo che dividono l’ingresso dal salone

Ingresso e disimpegni

In questa immagine la stessa vetrata vista dall’ingresso. La nuova ed elegante pavimentazione in gres porcellanato a effetto marmo dà luminosità ai disimpegni e all’ingresso.

Dal disimpegno verso la camere padronale.

Dall’ingresso verso la cucina.

L’armadio a muro preesistente nel disimpegno che separa le camere dai due nuovi bagni è stato ridotto per modificare la geometria della nuove porte

La nuova disposizione delle porte nel corridoio ha aumentato sensibilmente lo sfruttamento della superficie interna dei bagni.

La camera padronale

La camera padronale.

La pavimentazione è stata completamente rifatta, al posto delle piastrelle in marmo è stato posato lo stesso parquet a liste del salone. La parete su cui poggerà il letto ha mantenuto la precedente cornice. La decorazione in verde salvia renderà l’ambiente finale accogliente ed elegante

Una vista dell’anticamera padronale.

Anche per questo armadio è stato fatto un intervento di leggero restauro e decorazione.

Il primo bagno

Il bagno padronale è rivestito con lastre in gres effetto marmo calacatta. La parete su cui poggia la vasca è rivestita in lastre H 120X L 60 a effetto wall paper.

Pavimentazione sempre in lastre di gres 120×60 verde salvia.

Accessori: Vasca idromassaggio 180×80; sanitari a terra, bianco lucido; faretti incassati a soffitto e altri incastonati nel pavimento.

Il secondo bagno

Design più lineare e asciutto per il secondo bagno. I rivestimenti sono in lastre monocromatiche a tutta altezza. Accessori: -Mobile bagno impiallacciato in rovere castoro con piano in mineralmarmo e bacino in appoggio. -Specchiera con illuminazione perimetrale a led

La doccia

Due particolari della doccia larga 155 cm e profonda 100.

La seduta creata in loco con un volume in muratura e rifinita in gres.

La seduta creata in loco con un volume in muratura e rifinita in gres e  un particolare della canaletta di scarico a filo pavimento.

Il bagno di servizio

Anche il bagno di servizio è stato impreziosito con un rivestimento in gres con effetto carta da parati di ispirazione naturale.

Il bagno è accessoriato con un lavatoio in ceramica dotato di tavoletta in legno per il bucato a mano.

La cucina

Vista frontale della cucina.

Lo zoccolo e la gola in finitura titanio delineano la sagoma della cucina. Top in laminato effetto pietra grigio scuro. Frontali delle basi in vetro opaco e pensili in rovere pergamena. Iluminazione a barra con faretti orientabili per una perfetta illuminazione della zone di lavoro

La composizione colonne è stata alleggerita annegandola all’interno di una nicchia costruita a misura.

Le porte interne

Per le nuove porte interne è stato scelto un design neutro e a filo muro al fine di armonizzarle con gli elementi in stile preesistenti.

FINE